ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Violenze interreligiose in Iraq, la Turchia dice basta

Violenze interreligiose in Iraq, la Turchia dice basta
Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora attentati a sfondo religioso in Iraq. Quattro autobombe sono esplose a Baghdad: una dozzina i morti, almeno 75 i feriti.

Un’escalation di violenze tra sciiti e sunniti che la vicina Turchia, accusata dall’Iraq di ingerenza nei suoi affari interni, non intende tollerare: “Non possiamo stare a guardare un conflitto religioso in Iraq senza far nulla”, ha detto il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, “chi non reagisce davanti a una guerra fratricida ne è complice”.

Due ordigli sono saltati in aria a Sadr City, nel nord est della capitale irachena, gl ialtri due macchine nei pressi di alcune scuole secondarie a Shula, diversi bambini sarebbero tra le vittime.

Più di 200 persone sono state uccise in Iraq dopo il ritiro a metà dicembre degli ultimi soldati statunitensi.