ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Corsa contro il petrolio. Al Giglio pronti per il pompaggio

Corsa contro il petrolio. Al Giglio pronti per il pompaggio
Dimensioni di testo Aa Aa

Evitare la catastrofe ecologica è l’imperativo, ma la Concordia potrebbe già aver iniziato a inquinare. Proprio mentre il Consiglio dei Ministri decretava lo stato d’emergenza, l’allarme del Ministero dell’ambiente imponeva un’accelerazione ai preparativi per il pompaggio del petrolio, ancora presente nella nave.

“Si sta procedendo a verificare le modalità con la massima urgenza – dice il Comandante della Guardia Costiera, Ilarione Dell’Anna -. Cercheremo di estrarre il carburante dai serbatoi della nave all’esterno, ovviamente in maniera protetta, attraverso delle manichette, dei grossi tubi, che lo trasferiranno su una nave cisterna”.

Prima e delicata fase sarà la perforazione dello scafo. Una volta collegati i condotti si dovrà poi scaldare il carburante per fare in modo che acquisti la fluidità necessaria a facilitarne l’aspirazione.

I mezzi della compagnia olandese incaricata del pompaggio sono già sul posto. Per il via delle operazioni si attende però anzitutto l’ufficiale stop alla ricerca dei sopravvissuti.