ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scandalo Murdoch: menzogne e maxi rimborsi

Scandalo Murdoch: menzogne e maxi rimborsi
Dimensioni di testo Aa Aa

Intercettazioni illegali in Gran Bretagna: stando agli avvocati delle vittime, in aula News Group Newspapers, filiale britannica del gruppo Murdoch, avrebbe ammesso la distruzione di prove e le menzogne agli inquirenti.

Un’ammissione che avrebbe portato ai primi accordi per i rimborsi: 156 mila euro all’attore Jude Law, altre 60 mila per la ex moglie Sadie Frost.

Indennizzato anche l’ex vice primo ministro laburista, John Prescott, e il calciatore del Chelsea Ashley Cole, che preferisce tacere sulla cifra ottenuta.

Intesa fatta anche per il deputato laburista Chris Bryant, che ottiene 36 mila euro e canta vittoria: “News international ha mentito anno dopo anno e, finalmente, ora sta iniziando a farci intravvedere un barlume di verità. Ma mi sembra abbastanza evidente, dalle ammissioni che hanno fatto oggi in tribunale, che più persone finiranno in prigione”.

Lo scandalo è esploso un anno fa, quando la polizia ha aperto un’inchiesta sugli ascolti illegali del News of the World, tabloid del gruppo Murdoch che ha chiuso i battenti in luglio.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.