ULTIM'ORA

Milano Moda Uomo: le donne invadono la passerella maschile

Milano Moda Uomo: le donne invadono la passerella maschile
Dimensioni di testo Aa Aa

A Milano ha rivelato di avere avi austriaci. Forse sono loro che hanno ispirato la collezione uomo autunno-inverno 2012-2013 di Giorgio Armani, che lo stilista ha definito “un po’ austroungarica”.

Sotto un basco spiritoso che stempera il suo inconfondibile stile elegante, è un uomo che veste pantaloni con le quattro pince che si stringono al fondo e calzoni ampi di velluto nero, “il più nero che esista” dice re Giorgio.

Capi che abbiamo già visto nel guardaroba femminile dello stilista. Ma Armani racconta che le ragazze che lavorano con lui “vanno pazze per i suoi abiti maschili”. Per questo ha lasciato la passerella milanese di Moda Uomo anche al passo femminile.

Coveri è andato ancora oltre e ha deciso che modelli e modelle si dividessero in egual misura lo show milanese.

“Le collezioni che presento sono sia per l’uomo che per la donna”, dice Francesco Martini, stilista della casa di moda, “Perché l’uomo trae ispirazione dalla donna per qualche tessuto e anche la donna è influenzata dall’uomo. Dunque in realtà è una collezione che include entrambi ed evita le tradizionali passerelle esclusive per uomo e donna. Vogliamo mostrare i due mondi che si incontrano”.

Ma accade che a Milano Moda Uomo la donna ruba la scena. Il ramage di rose, la stampa di punta dello stilista per la prossima stagione fredda, spicca sui tailleur femminili, sulle calze decorate valorizzate da tacchi altissimi.

Accanto ai tubini rosa di paillettes è più ordinario l’uomo Coveri, che veste giubbini-montgomery e completi classici, vivacizzati

dalle cravatte a motivi ramage.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.