ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Si spezza cargo Rena, disastro ambientale in Nuova Zelanda

Si spezza cargo Rena, disastro ambientale in Nuova Zelanda
Dimensioni di testo Aa Aa

Il portacontainer che si è incagliato su una barriera corallina in Nuova Zelanda, si è spezzato in due tronconi e rischia di affondare.

Il cargo Rena, battente bandiera liberiana, è bloccato in mare aperto dallo scorso 5 ottobre e ha perso centinaia di tonnellate di carburante uccidendo oltre 20mila uccelli marini.

Mille tonnellate di petrolio sono state rimosse dalle squadre di soccorso, ma a bordo ne rimangano 385. Preoccupano anche gli 11 container pieni di sostanze pericolose ancora non recuperati.

Tra i responsabili del disastro, il capitano filippino della Rena che è già stato incriminato per aver gestito la nave in modo da provocare pericolo. Rischia un anno di carcere.

Sulla costa est dell’isola si mobilitano, intanto, i volontari impegnati nelle operazioni di pulizia. Il governo di Wellington ha disposto anche l’invio dell’esercito per affrontare il peggior disastro ambientale della storia della Nuova Zelanda.