ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Misurata tenta di risorgere dopo mesi di scontri

Misurata tenta di risorgere dopo mesi di scontri
Dimensioni di testo Aa Aa

La terza città della Libia è una città fantasma. Misurata, centro costiero fra Tripoli e Sirte, è stata teatro di alcuni degli episodi più cruenti della guerra tra ribelli e lealisti. Ora palazzi sventrati e resti bellici raccontano mesi di assedio e distruzione.

“Le forze di Gheddafi avevavo circondato la città, ma non sono mai riuscite a conquistarne il centro – racconta il nostro inviato – gli scontri sono andati avanti per cinque settimane e le vittime sono state 1500. Quella in cui siamo adesso è via Tripoli, l’arteria più trafficata di Misurata. Eppure, i palazzi che si affacciano sulla via sono completamente distrutti. Gli abitanti stanno cercando di tornare alla normalità”.

Impresa non facile. Ordigni inesplosi e ancora da bonificare potrebbero costituire una minaccia per la popolazione civile. Inoltre, le nuove autorità libiche temono infiltrazioni dei sostentitori di Gheddafi asserragliati a Sirte.