ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La crisi affonda le borse. Avvio nero di settimana

La crisi affonda le borse. Avvio nero di settimana
Dimensioni di testo Aa Aa

Pesante avvio di settimana per i mercati europei. Mentre il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi invoca nuove risorse per il Fondo di stabilità, le principali piazze del vecchio continente pagano a metà giornata con gravi perdite le negative prospettive di crescita e la sfiducia dell’elettorato tedesco per le ricetta anticrisi del cancelliere Merkel.

“Risentiamo ancora della crisi economica – l’analisi di Robert Halver della Baader Bank -, negli Stati Uniti come in Europa. E qui, al pari del governo tedesco, si levano diverse voci secondo cui la Grecia dovrebbe uscire dalla zona euro. Questa settimana dobbiamo quindi attenderci dure prese di posizione in questo senso e nessuna schiarita”.

Di oltre il 3,5% le perdite con cui le principali piazze europee si avviavano a una chiusura in profondo rosso alla fine della mattinata. La migliore Londra, sotto di circa il 2,5%. Negative anche le prestazioni dell’euro, svalutato sul dollaro sui mercati finanziari.