ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile. Ennesimo omicidio per la terra

Lettura in corso:

Brasile. Ennesimo omicidio per la terra

Brasile. Ennesimo omicidio per la terra
Dimensioni di testo Aa Aa

In Brasile si muore per la terra. L’ultima vittima, un bracciante di 31 anni, assassinato nello stato di Parà, uno dei più violenti del paese. Nelle ultime tre settimane , in questa zona, sono stati assassinati 6 contadini militanti ecologisti.

Per protesta, 200 dimostranti hanno bloccato la strada transamazonica vicino a Maraba, esigendo più sicurezza e denunciando l’impunità di cui godono esecutori materiali e mandanti:

“Sfortunatamente il governo non sta adottando le misure appropriate, al contrario – denuncia Sergio Leitao di Greenpeace – Invece di punire i responsabili degli assassini e della deforestazione, avalla il furto delle terre. Nel 2008 il governo ha legalmente riconosciuto l’invasione di 66 milioni di ettari. 66 milioni di ettari è come dire un territorio equivalente alla Francia e alla Germania insieme”.

Secondo l’organismo cattolico Commissione pastorale della terra, nel Parà sono i grandi proprietari terrieri i presunti mandanti dell’assassinio dei contadini che occupano piccoli appezzamenti. Oltre 100 agricoltori ecologisti sarebbero minacciati di morte.