ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Misurata stretta dall'assedio delle truppe di Gheddafi

Misurata stretta dall'assedio delle truppe di Gheddafi
Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze fedeli a Gheddafi stringono sempre di più l’assedio a Misurata, nel tentativo di sfondare la cintura della città della Tripolitania roccaforte dei ribelli libici.

Gli assalti a colpi di artiglieria e razzi hanno causato 40 morti da mercoledì e oltre 80 feriti, con un’offensiva anche di terra che ha dato luogo a intensi combattimenti.

I lealisti hanno attaccato anche Gadamis, a 600 chilometri a sud-ovest di Tripoli e finora risparmiata dalla guerra civile, mentre si combatte anche a Sliten.

A quattro mesi dall’inizio delle insurrezioni e a tre dall’intervento della Nato, il ministro della Difesa Usa uscente Robert Gates ha detto che la missione è a rischio per le lacune dell’Alleanza e lo stop anticipato della Norvegia ai raid aerei.

E mentre Gheddafi scrive al Congresso Usa auspicando che sia Washington a guidare gli sforzi per una soluzione negoziata, il premier turco Recep Tayyip Erdogan annuncia di avere offerto ‘‘garanzie’‘ al colonnello per lasciare la Libia.