ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'escherichia coli fa crollare l'agricoltura spagnola

L'escherichia coli fa crollare l'agricoltura spagnola
Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna nega in blocco che siano i cetrioli andalusi la causa dell’epidemia di escherichia coli in Germania. L’emergenza sanitaria, che ha provocato quindici morti nel nord dell’Europa, significa emergenza economica per Madrid, le cui esportazioni di frutta e verdura stanno crollando. Secondo la Federazione dei produttori-esportatori quasi tutta l’Europa ha smesso di comprare ortofrutta spagnola:

“Non si può lanciare un allarme come questo senza dati certi – dice Clara Aguilera, responsabile del settore agricolo andaluso – E insisto: non abbiamo dati certi. Né noi, né la Germania, né l’Unione Europea”.

Si parla di perdite di diversi milioni di euro per l’economia spagnola, che è già in situazione precaria.

Sull’altro piatto della bilancia c‘è il panico dei consumatori. Nella sola Germania più di 300 persone sono state ricoverate con i sintomi di un’infezione potenzialmente mortale.

L’epidemia potrà essere bloccata solo accertandone l’origine. Per ora si parla appunto delle coltivazioni in serra nel sud della Spagna, ma non è esclusa neanche una contaminazione a livello della catena di distribuzione.