ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Fukushima Daiichi sarà disattivata

Fukushima Daiichi sarà disattivata
Dimensioni di testo Aa Aa

Fukushima Daiichi sarà disattivata. Lo affermano le autorità giapponesi, ma intanto alla centrale nucleare, tra alti e bassi si lotta per evitare la catastrofe. Queste sono ore cruciali. L’operazione di raffreddamento dei reattori – con acqua – continua, mentre l’elettricità è stata ristabilita al reattore numero 2.

Un piccolo successo che però, almeno per ora, non dà molto sollievo a una popolazione spaventata anche da possibili contaminazioni nel cibo. Alcuni test hanno confermato la presenza di radioattività su campioni di spinaci e latte prodotti nei pressi di Fukushima Daiichi e sull’acqua corrente a Tokyo e altre località.

Livelli non dannosi per la salute, assicurano le autorità, ma in tanti non si fidano più del governo: “Il governo parla di un raggio di 30 chilometri, ma io non mi fido – dice un uomo -. In una situazione simile, il raggio dovrebbe essere più esteso. Se il governo parla di 40 chilometri, dobbiamo pensare a 50, se parla di 50, a 60. È pericoloso, ecco perché sono venuto fino a qui a Yamagata”.

Tracce di radioattività sono state rinvenute per la prima volta anche in prodotti esportati dal Giappone, su un carico di fave arrivate a Taiwan. Nelle prossime ore Tokyo annuncerà i provvedimenti riguardanti i prodotti dell’area intorno a Fukushima.