ULTIM'ORA

Libia, tutto pronto per l'attacco franco-britannico

Libia, tutto pronto per l'attacco franco-britannico
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Al via l’operazione militare franco-britannica contro Gheddafi.

Pieno appoggio della Lega araba e del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Ma è ancora un’operazione Nato, piuttosto l’iniziativa di alcuni stati membri.

In prima linea Londra mette a punto per le prossime ore il piano d’attacco che darà un po’ di respiro ai ribelli assediati a Bengasi dalle truppe del colonnello.

A disposizione, le installazioni Nato nel Mediterraneo in Spagna, Creta, Cipro e Turchia. L’Italia ha offerto uomini, mezzi e basi, tra cui Aviano, Napoli e Sigonella.

Tre le navi da guerra statunitensi che già stazionano al largo delle coste libiche.

Nelle prossime ore, il vertice decisivo a Parigi tra Unione europea, Lega araba e Unione africana. Ma è già tutto pronto per il raid, avverte l’Eliseo.

Nel mirino, le basi dell’aeronautica militare libica da colpire per impedire ulteriori bombardamenti sulla popolazione. Una manovra che segue il voto di ieri al Consiglio di sicurezza Onu per l’imposizione di una no-fly zone e di tutte le misure atte a proteggere i civili.

Una risoluzione passata con 10 voti a favore, nessun contrario e 5 astenuti (Russia, Cina, Brasile, India e Germania).

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.