ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Raf porta in salvo 150 stranieri dal deserto libico

La Raf porta in salvo 150 stranieri dal deserto libico
Dimensioni di testo Aa Aa

Si è conclusa con successo, anche se non senza momenti di paura, la seconda missione delle forze speciali britanniche nel deserto libico.

Un’operazione clandestina che ha permesso di rimpatriare quasi tutti i cittadini britannici che volevano lasciare la Libia, insieme ad altri dipendenti stranieri di compagnie petrolifere.

L’evacuazione ha comportato rischi, come dimostrano i proiettili che hanno raggiunto la cabina di pilotaggio di uno dei tre Hercules C130 atterrati a Malta con 150 persone a bordo.

Altri duecento cittadini stranieri sono arrivati a Valletta via mare, a bordo di una fregata britannica, dopo un viaggio di 18 ore.

“Ci siamo imbarcati a Bengasi e la gente che abbiamo incontrato è stata fantastica. Non potendo salire a bordo la notte del nostro arrivo, ci hanno ospitato, ci hanno offerto la cena e ci hanno lasciato dormire da loro. Infine ci hanno scortato fino al porto, non avremmo potuto chiedere di meglio”.

Anche Cina e Corea del Sud hanno inviato navi nel canale di Suez per rimpatriare i loro connazionali. Quanto ai cittadini italiani, finora ne sono stati rimpatriati circa 1.400.