ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Giordania, continua la protesta contro il carovita

Giordania, continua la protesta contro il carovita
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo Irbid, Salt e Karak, migliaia di giordani in piazza anche ad Amman contro la povertà e la fame.

I manifestanti, guidati dai gruppi islamici, hanno chiesto a gran voce le dimissioni del governo, che accusano di corruzione ed eccessiva pressione fiscale.

“Crediamo che il paese sia entrato in una serie di crisi economiche, sociali e politiche”, dichiara Hamzeh Mansour, segretario generale del Fronte di azione islamico, “È tempo di dare il via a un progetto di riforma”.

Per evitare derive alla tunisina, il premier Rifai subito ha stanziato 165 milioni di euro a contenimento dei prezzi e ha aumentato, seppur di poco, gli stipendi.