ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Costa d'Avorio, Onu attaccata dai seguaci di Gbabo

Costa d'Avorio, Onu attaccata dai seguaci di Gbabo
Dimensioni di testo Aa Aa

Auto Onu incendiate a mostrare i livello di tensione in Costa d’Avorio con i seguaci del presidente uscente Laurent Gbagbo, che non lascia il potere e da dicembre chiede il ritiro dei 10 mila caschi blu in loco.

Palazzo di vetro, che intanto ha posticipato il voto che oggi doveva aumentare di 2 mila uomini il suo contingente, si chiede ora come agire: “Dovremmo combattere contro i civili che ci impediscono di fare il nostro lavoro? Queste la domanda che bisogna porsi e a cui bisogna trovare una risposta , è la vera sfida per portare avanti il nostro mandato”.

Mercoledì ad Abidjan altri scontri tra le fazioni rivali e altri morti, che portano a oltre 200 le vittime da dicembre a oggi.

Un paese in piena crisi politica. Pomo della discordia, il riconoscimento Onu della vittoria elettorale del rivale di Gbagbo, Alassane Ouattara, alle controverse presidenziali di novembre.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.