ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La fototerapia contro la depressione stagionale

La fototerapia contro la depressione stagionale
Dimensioni di testo Aa Aa

Ogni inverno tra il tre e il cinque per cento della popolazione soffre di depressione stagionale in Europa e negli Stati Uniti.

Una malattia riconosciuta ufficialmente fin dagli anni ottanta, che si manifesta tra l’autunno e la primavera. Tra i sintomi eccessiva sonnolenza, difficoltà di concentrazione, aumento del peso corporeo: l’organismo in pratica funziona più lentamente a causa della mancanza di luce.

La fototerapia è in piena espansione. Secondo gli scienziati dovrebbe essere il principale tipo di cura di questa malattia: poco costoso, efficace in una settimana, e senza effetti collaterali. Si utilizzano lampade specifiche, senza raggi ultravioletti, quindi senza pericolo per l’occhio e la pelle. Le lampade emettono circa 10mila lux.

Pare che la loro efficacia sia pari a quella degli antidepressivi, con almeno il 50 per cento di successo secondo alcuni studi. La terapia della luce è tuttavia controindicata in caso di assunzione di farmaci fotosensibilizzanti e in caso di patologie oculari.