ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Manifestazione anticinese in Giappone e antigiapponese in Cina

Manifestazione anticinese in Giappone e antigiapponese in Cina
Dimensioni di testo Aa Aa

È stata la più grande dimostrazione anticinese degli ultimi decenni in Giappone. Almeno 10mila simpatizzanti nazionalisti di Forza Giappone sono scesi in piazza a Tokyo contro le rivendicazioni di Pechino sulle isole Senkaku e a favore del dissidente cinese Nobel per la pace Liu Xiao Bo.
Nello stesso tempo in Cina decine di migliaia di cinesi manifestavano contro i giapponesi.

Un cittadino cinese, da solo, ha avuto il coraggio di alzare un cartello inneggiante al suo paese durante il corteo dei nazionalisti di Tokyo ed è dovuta intervenire la polizia per proteggerlo.

Le isole Senkaku, in Giapponese, Diaoyu, in cinese, non sono popolate ma hanno una posizione strategica, tra l’altro accanto a Taiwan, ed hanno importante risorse ittiche.

Nel settembre scorso la guardia costiera giapponese aveva arrestato il comandante di un pescherecchio cinese che si trovava nelle acque dell’arcipelago. È stato questo incidente a innescare la crisi. Il comandante è in seguito stato rilasciato così come quattro cittadini giapponesi che erano stati fermati in Cina e accusati di aver fotografato una base militare proibita.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.