ULTIM'ORA

Brasile: acceso dibattito tra i candidati presidenziali

Brasile: acceso dibattito tra i candidati presidenziali
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Si alzano i toni nella campagna presidenziale in Brasile. Il faccia a faccia televisivo tra i due candidati si è trasformato in un ring su temi caldi come corruzione e aborto. Ma anche privatizzazioni, un’accusa di Dilma Rousseff, contro il rivale Josè Serra:

“Difendere dalla privatizzazione la compagnia Petrolifera – dice la candidata del PT – significa evitare di destinare fuori dal paese i soldi da investire per migliorare istruzione, scienza , tecnologia, ambiente, cultura e salute. Cioè tutti gli elementi che possono dare al Brasile un passaporto per il futuro”.

José Serra ha rilanciato attaccando la candidata del PT sull’aborto: “Io non ho mai difeso l’aborto. Lei invece lo ha fatto e ora dice il contrario e si fa passare per vittima. Inoltre in alcune interviste ha messo in dubbio l’esistenza di Dio e ora si dimostra credente”.

Dilma, sostenuta in tutta la campagna dall’omnipresente Lula, sta sfoderando più aggressività in vista della consultazione del 31 ottobre.

L’obiettivo è conquistare il pacchetto dei voti andati a Marina da Silva, la candidata ecologista e fervida credente, esempio di integrità per l’elettorato brasiliano.

01.20

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.