ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ungheria, le immagini della falla all'origine del distastro

Ungheria, le immagini della falla all'origine del distastro
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono impressionanti le immagini aeree della falla da cui sono fuoriusciti i migliaia di metri cubi di fanghi tossici, all’origine del peggiore disastro ambientale della storia dell’Ungheria.

Nei pressi dello stabilimento per la lavorazione dell’alluminio di Ajka, a 160 km ad ovest della capitale, intere aree sono devastate, sette i piccoli centri travolti. Ancora non sono chiare le ragioni dell’incidente, ma secondo Greenpeace la quantità di fango nel bacino era eccessiva, e una frattura sul perimetro di contenimento era già visibile dalle immagini satellitari.

L’ondata di fango corrosivo ha causato la morte di almeno sette persone, 150 i feriti, che accusano ustioni e bruciature, una decina sono in gravi condizioni. Le conseguenze sull’ecosistema sono pesantissime. I due affluenti del Danubio, il Marcal e il Raba sono avvelenati. Le autorità hanno ridimensionato l’impatto sul Danubio, la cui grande quantità d’acqua avrebbe tenuto sotto i livelli di guardia il tasso di sostanze tossiche. Ma Greenpeace rivela che la quantità di arsenico e mercurio rinvenuti, rischiano di avvelenare l’ecosistema e la catena alimentare.