ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"No al blocco della Striscia". La fronda ebraica fa rotta su Gaza

"No al blocco della Striscia". La fronda ebraica fa rotta su Gaza
Dimensioni di testo Aa Aa

A vele spiegate per dare voce alla fronda ebraica, contraria al blocco della Striscia. Una decina gli attivisti da Israele e altri paesi, che a quasi quattro mesi dal sanguinoso blitz contro la Freedom Flottilla, tornano ora a fare rotta su Gaza.

Partito da Famagosta, nel nord-est dell’isola Cipro, il loro piccolo catamarano conta di raggiungere la Striscia dopo almeno 24 ore di navigazione.

A bordo, insieme a un ottantaduenne sopravvissuto all’Olocausto, anche giovani cittadini israeliani. Fra loro c‘è chi denuncia il “vittimismo di Stato” a cui si verrebbe educati fin dalla più tenera età.

Medicinali, solidarietà e giocattoli per i più piccini, il carico dichiarato dagli attivisti. Appena una prima spedizione, che prepara la “Flottilla 2”: cordata di 19 imbarcazioni e 3 convogli via terra, pronte a far rotta su Gaza a metà novembre.