ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan al voto tra forti tensioni

Afghanistan al voto tra forti tensioni
Dimensioni di testo Aa Aa

Si dimostra realista, ma comunque speranzoso, Hamid Karzai, nel giorno considerato un test per la sua credibilità. Il Capo dello Stato afghano ha votato a Kabul per il rinnovo dei seggi nella Camera bassa del Parlamento. Si tratta delle prime elezioni dopo il contestatissimo ballottaggio presidenziale dello scorso anno. Per le quali lo stesso Karzai si aspetta irregolarità e attentati da parte dei taleban.

“Speriamo – ha detto – in un’alta affluenza alle urne e che nessuno sarà scoraggiato dagli attacchi, che sono certo si verificheranno. Speriamo che la gente verrà a votare per la persona, uomo o donna, scelta senza condizionamenti, non per la spinta del denaro o a seguito di qualsiasi altra pressione”.

Oltre dieci milioni gli afghani chiamati a votare per rinnovare 249 seggi della Camera bassa del Parlamento, dove siederanno per legge anche 68 donne. Ieri Karzai aveva rivolto un appello ad andare alle urne anche ai taleban, da lui definiti “figli del Paese”. Taleban che hanno già attaccato diversi seggi elettorali. Un migliaio quelli rimasti chiusi.

Almeno due persone sono morte nell’est del Paese, uccise da alcuni razzi. Centinaia di migliaia i soldati e poliziotti al lavoro per garantire la sicurezza della consultazione.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.