ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spie russe, sparito a Cipro agente Metsos

Lettura in corso:

Spie russe, sparito a Cipro agente Metsos

Spie russe, sparito a Cipro agente Metsos
Dimensioni di testo Aa Aa

Good-bye Cipro. L’undicesimo uomo si è volatilizzato nel nulla. Dopo l’arresto delle 10 presunte spie russe negli Stati Uniti, l’ultimo ricercato, fermato a Cipro martedì mentre cercava di imbarcarsi per Budapest e rilasciato su cauzione, non si è presentato al commissariato di polizia di Larnaca, dove avrebbe dovuto mettere la firma.

Uno smacco per tutta l’operazione dell’Fbi durata 10 anni e che ha messo in forse le relazioni con Mosca. Christopher Robert Metsos, nome di un cittadino canadese deceduto, è infatti descritto nei verbali dell’Fbi come l’agente ponte tra gli 007 e Mosca.

All’origine della sua fuga ci sarebbe stata una telefonata di avvertimento dell’ormai famigerata Anna Chapman, la Mata Hari 28enne, poliglotta e laureata in economia, che figura tra gli arrestati. Chapman, appartamento a due passi da Wall Street, titolare di un’agenzia immobiliare, domenica scorsa ha un appuntamento con un russo, ma non si presenta. L’uomo è in realtà un agente infiltrato dell’Fbi. Anna, con un telefono acquistato con falso nome, avverte Metsos e le altre spie. E’ allora che scattano gli arresti. Resta ora da capire perché – o meglio per volontà di chi – Metsos sia stato rilasciato dietro pagamento di 20.000 dollari.