ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera: vertici BP da Obama, promettono fondo da 20 miliardi di dollari

Lettura in corso:

Marea nera: vertici BP da Obama, promettono fondo da 20 miliardi di dollari

Marea nera: vertici BP da Obama, promettono fondo da 20 miliardi di dollari
Dimensioni di testo Aa Aa

20 miliardi di dollari, e non basteranno: British Petroleum ha accettato la richiesta di Barack Obama e del Congresso, e accantonerà cinque miliardi di dollari all’anno, per quattro anni, allo scopo di garantire i risarcimenti per i danni causati dalla marea nera nel Golfo del Messico. È la principale novità scaturita dal primo incontro tra il presidente americano e i vertici della compagnia petrolifera britannica.

“Questi 20 miliardi di dollari daranno una garanzia concreta del fatto che persone e imprese verranno risarcite. Ma devo anche sottolineare che questa cifra non rappresenta un tetto ai risarcimenti. Gli abitanti del Golfo possono contare sul mio impegno perché BP rispetti i suoi doveri nei loro confronti. E questo fondo non impedisce che persone o Stati si rivolgano ai tribunali”

Un incontro che doveva durare mezz’ora, e che si è invece protratto a lungo, impegnando i vertici di British Petroleum in discussioni anche sulle modalità di realizzazione del fondo vincolato. All’uscita, il presidente del colosso energetico si è scusato: “Colgo l’occasione – ha detto – per chiedere scusa al popolo americano da parte di tutti i dipendenti di BP”

200 km di coste inquinate, milioni di barili di petrolio dispersi in mare, danni alla pesca e al turismo di intere regioni. Danni ancora incalcolabili, che vengono ora garantiti dall’annunciato fondo di 20 miliardi di dollari, per realizzare il quale non verranno distribuiti dividendi agli azionisti. Il fondo sarà gestito da Kenneth Feinberg, lo stesso che amministrò il fondo di compensazione per le vittime dell’11settembre.