ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ministri Eurogruppo varano fondo da 440 mld euro

Ministri Eurogruppo varano fondo da 440 mld euro
Dimensioni di testo Aa Aa

Il fondo per sostenere i paesi europei a rischio bancarotta diventerà operativo entro un mese. Lo ha affermato il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Junker a Strasburgo.

I ministri delle finanze dell’eurozona hanno concordato di raccogliere 440 miliardi di euro a garanzia di prestiti per i paesi che, come la Grecia, non riescano a finanziare il proprio debito.

Il fondo mira a salvaguardare la stabilità della moneta unica, messa in crisi non solo dal caso Grecia, ma anche dal timore che il contagio si estenda a paesi come Spagna e Portogallo.

L’euro resta infatti sotto pressione, dopo essere sceso sotto gli 1,19 dollari per la prima volta in quattro anni, complici i timori di un default finanziario dell’Ungheria.

Concordati anche nuovi meccanismi di richiamo per i paesi sovraindebitati: queste misure potrebbero scattare anche prima che il debito raggiunga la soglia del 3% del PIL fissata dal Patto di Stabilità.

Il presidente dell’Unione europea, Herman Von Rompuy, spiega che le sanzioni potranno essere applicate quando un paese ignori i segnali di allarme o quando il suo debito cresca troppo rapidamente. “Finora la penale era prevista solo quando si bruciava il semaforo rosso del 3%, ora invece si potranno avere problemi anche se si passa con il giallo”.

Il caso Grecia ha spinto diversi paesi europei a varare nuove misure di austerità, come la Germania, che a Strasburgo ha ottenuto che ogni membro dell’Eurogruppo sia chiamato a garantire solo la propria quota nell’insieme dei prestiti concessi.