ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Padre Lombardi: "La responsabilità della chiesa non è scusabile"

Lettura in corso:

Padre Lombardi: "La responsabilità della chiesa non è scusabile"

Padre Lombardi: "La responsabilità della chiesa non è scusabile"
Dimensioni di testo Aa Aa

Paolo Alberto Valenti, euronews: “Siamo con Padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana.
Il mondo ha criticato il silenzio iniziale della Chiesa sugli abusi sessuali di alcuni sacerdoti. Adesso che la bolla è esplosa crede che esista un accanimento dei media contro il Vaticano e Papa Ratzinger? Dietro quest’ondata di critiche esiste un complotto?”

Padre Federico Lombardi: “Bisogna capire bene anche che cos‘è la Chiesa, come è organizzata e strutturata. Nell’immagine che spesso si ha dall’esterno, la si pensa in un modo un po’ monolitico, come una grande organizzazione centralistica, il che in realtà non è vero. Quindi si tratta di capire bene questo. Io penso che con i media vi è un lungo cammino da fare anche di comprensione più adeguata, ed è per questo che io di solito non guardo tanto all’idea dell’attacco o del complotto. Guardo all’idea di un cammino di ricerca della verità, dell’obiettività, della natura dei problemi”.

euronews: “Che cosa portava la Chiesa ad essere così cieca davanti alla realtà dei fatti?”

Padre Lombardi: “La grande problematica della copertura o del non aver affrontato le questioni risale ad un tempo in cui c’era anche una cultura diversa di riservatezza su tanti di questi argomenti, non solo nella Chiesa ma anche nella società in generale. Rimane però la grande responsabilità che adesso non è più assolutamente scusabile, e che quindi richiede un lavoro di trasparenza e di chiarezza molto radicale, molto profondo”.

euronews: “Con tutto questo, pensa che la Chiesa abbia perso la sua credibilità?”

Padre Lombardi: “Anche se gli osservatori obiettivi capiscono che il problema non è affatto un problema solo della Chiesa cattolica, ma è diffuso diciamo nella società, in altre istituzioni, in un modo non minore che nella Chiesa, anzi spesso maggiore, la contraddizione di atti che sono palesemente contrari a quello che si insegna dal punto di vista del comportamento morale e del rispetto dell’altro ferisce evidentemente più gravemente, più profondamente, un’istituzione che ritiene di avere e vuole avere un’autorità morale”.

euronews: “Il perdono è la forza più grande della religione cattolica. La Chiesa cattolica oggi chiede perdono. Ma in che modo si farà perdonare? Ci sarà un cambiamento di rapporto con i fedeli? Ci sarà una svolta nella missione della Chiesa?”

Padre Lombardi: “Il farsi perdonare, il recuperare credibilità, è connesso naturalmente a quello che si fa. Cioè al comportamento. Allora in questo senso tutte le linee di azione che vengono prese – quella del dialogo, dell’ascolto, dell’aiuto anche per ristabilire pienamente la giustizia nei confronti delle vittime, tutta l’azione di prevenzione e di migliore formazione anche dei candidati al sacerdozio, in modo tale che problemi di questo genere non si verifichino assolutamente più – ecco questo è quello che bisogna fare per recuperare pienamente la credibilità”