ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Didier Billion, "Francia e Turchia, due concorrenti"

Lettura in corso:

Didier Billion, "Francia e Turchia, due concorrenti"

Didier Billion, "Francia e Turchia, due concorrenti"
Dimensioni di testo Aa Aa

euronews:

Didier Billion, lei è ricercatore all’Istituto di Relazioni internazionali e strategiche di Parigi. È uno specialista del Medio Oriente e in modo particolare della Turchia.

Da quando i negoziati sono iniziati, è la prima volta che il premier turco è in visita in Francia.
Questa visita può aiutare a far avanzare il processo di adesione o al contrario Nicolas Sarkozy non cambierà posizione?

Didier Billion:
“Penso purtroppo che Nicolas Sarkozy su questo punto, così come su molti altri, non cambierà idea. Ha riaffermato a più riprese di opporsi alla prospettiva di adesione all’ Unione della Turchia e non vedo come oggi il premier turco possa convincerlo del contrario.

euronews: Pensa che abbiano parlato di questo nel corso dell’incontro?

Didier Billion: “Sicuro. Penso che da quando è arrivato in Francia , il premier turco non abbia smesso di invitare in Turchia Sarkozy perché tocchi con mano i cambiamenti della società turca.
Si tratta di un rimprovero appena velato a Sarkozy che non si è mai preso la briga di recarsi in Turchia, in viaggio ufficiale. È un invito assai pressante da parte del premier turco.
Se l’incontro può servire a questo, sarà un buon risultato.

euronews: Adesione turca, inasprimento delle sanzioni contro l’Iran, Armenia. Sembra che ci siano solo disaccordi tra i due paesi. Ci sono temi che li vedono più vicini?

Didier Billion: Per quanto riguarda l’Armenia, bisogna precisare che Nicolas Sarkozy si è felicitato con armeni e turchi nel momento in cui hanno firmato un protocollo d’accordo nell’ottobre scorso.
Questo protocollo non è stato ratificato né dal parlamento armeno né da quello turco. Si accumula un certo ritardo. Ma su questo punto c‘è almeno un terreno d’intesa, mentre su altri dossier…..per esempio, il progetto dell’Unione per il Mediterraneo, consentitemi l’espressione, nasce zoppo.
Dopo Gaza, è il progetto che incontra le maggiori difficoltà a prendere il via. Per quanto riguarda la Siria, sappiamo che la Turchia come la Francia hanno giocato un ruolo importante per reintegrare la Siria nello scacchiere internazionale. Ma per l’Unione del Mediterraneo c‘è piuttosto della concorrenza tra Francia e Turchia. È effettivamente molto difficile trovare un terreno d’intesa sul quale Francia e Turchia possano procedere di maniera complementare.