ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al Museo D'Orsay una mostra sulla "Vedova", la ghigliottina

Lettura in corso:

Al Museo D'Orsay una mostra sulla "Vedova", la ghigliottina

Al Museo D'Orsay una mostra sulla "Vedova", la ghigliottina
Dimensioni di testo Aa Aa

Torna la ghigliottina in Francia ma stavolta per fortuna solo in esposizione. A Parigi al Museo D’Orsay fino al 27 giugno è di scena la mostra “ Delitti e Castighi”, un percorso che ha come protagonista il crimine. Ecco allora che riappare la ghigliottina coperta da un velo nero da dove si intravede l’affilatissima lama. L’ha voluta l’ex guardasigilli Badinter, che nell’81 fece abolire nel Paese la pena di morte.

“Penso che sia importante, per noi giovani ma anche per chiunque altro, avere un’idea di cosa potesse fare uno strumento del genere”.

“Interessante, si davvero interessante. Almeno cosi’ la gente riesce a capire come funzionasse questa macchina”.

La ghigliottina o Vedova, come la chiamavano i francesi nel periodo del Terrore, viene rievocata in questa esposizione anche attraverso numerosi dipinti celebri: ci sono le inquietanti teste mozzate e gli arti smembrati di Gericault, i cannibali di Goya, o i briganti di Delacroix. E poi le varie rappresentazioni dell’assassinio di Marat: da Munch a Picasso senza dimenticare la sedia elettrica di Warhol.