ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, gli esperti: "Un terremoto come quello di Elazig non avrebbe dovuto causare vittime"

Lettura in corso:

Turchia, gli esperti: "Un terremoto come quello di Elazig non avrebbe dovuto causare vittime"

Turchia, gli esperti: "Un terremoto come quello di Elazig non avrebbe dovuto causare vittime"
Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni dopo il sisma che ha distrutto cinque villaggi kurdi, nella Turchia orientale, si fa la conta dei danni. Cinquantuno le vittime, settantaquattro i feriti, migliaia i senzatetto. Ma i bilanci ufficiali delle autorità innescano anche polemiche: un sisma di questo livello normalmente non causa vittime, ha detto un esperto. Se è accaduto, è per via dei mattoni di terra usati nelle costruzioni.

“La nostra casa è crollata, non ho mai visto niente del genere. Abbiamo provato a recuperare i figli da sotto le macerie, ma erano già morti”, dice questa abitante di Ockular. Anche il suo villaggio sorge sulla faglia anatolica, che fa di questa zona della Turchia una delle più colpite da terremoti. Nonostante ciò, non esiste alcun piano di emergenza, anzi anche dopo il terremoto restano pochi gli aiuti che i soccorritori riescono a recapitare.

Nonostante il freddo, quasi tutti i senzatetto hanno passato la notte in ricoveri di fortuna, e solo i più fortunati nelle tende.

“Ha fatto davvero freddo stanotte, ed era pieno di gente: bambini, vecchi, malati. E per il freddo stavamo congelando. Menomale che almeno abbiamo queste tende, qualche coperta e un po’ di cibo”, dice un sopravvissuto.

E mentre si seppelliscono i corpi delle vittime, risuona l’impegno proclamato ieri dal premier Erdoggan, di ricostruire le zone terremotate edificando solo costruzioni antisismiche.