ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, Nato avanza ma senza debellare taleban

Lettura in corso:

Afghanistan, Nato avanza ma senza debellare taleban

Afghanistan, Nato avanza ma senza debellare taleban
Dimensioni di testo Aa Aa

Doveva essere l’attacco finale al cuore della roccaforte taleban di Marjah. Per ora non lo è, ma l’offensiva della Nato in Afghanistan continua, al terzo giorno di un’operazione che fa discutere per le vittime civili: almeno 9.

L’esercito afghano, i marines americani, i militari della coalizione dichiarano di aver ormai sotto controllo gran parte della regione e della omonima città. Ma diversi esperti raccomandano di moderare l’ottimismo. La tecnica della resistenza taleban si conferma infatti quella attuata da quasi un decennio: ridurre quasi a zero gli scontri diretti con le truppe occidentali, riparare sulle montagne, lasciarsi alle spalle bombe e mine, mescolarsi ai civili.

“Chiediamo a entrambe le parti in guerra, i taleban, le forze internazionali e l’esercito afghano” dice il responsabile di un’associazione afghana indipendente per la difesa dei diritti umani “di mantenere come prima preoccupazione la difesa dei civili”.

Compito non facile dal momento che la popolazione locale è in parte bloccata in questa provincia meridionale ormai cosparsa di mine, e in parte dà appoggio ai guerriglieri. Nella provincia di Helmand si concentrano le coltivazioni del papavero da oppio il cui commercio serve anche a finanziare la guerriglia taleban.