ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: talpa "offre" al governo lista di 1500 evasori

Lettura in corso:

Germania: talpa "offre" al governo lista di 1500 evasori

Germania: talpa "offre" al governo lista di 1500 evasori
Dimensioni di testo Aa Aa

Due milioni e mezzo di euro, per recuperarne cento di tasse evase. E’ la richiesta che in Germania un informatore avrebbe avanzato al fisco, in cambio di una lista di millecinquecento contribuenti tedeschi, titolari di conti in Svizzera. Secondo il prestigioso Frankfurter Allgemeine Zeitung, che per primo ha dato la notizia, cinque nominativi sarebbero già al vaglio delle autorità.
Fredda la replica del numero uno della confederazione elvetica Doris Leuthard. Le perplessità riguardano soprattutto il compromesso con quelli che definisce “criminali”: “In genere – dice – le procedure internazionali vietano di fare ricorso a dati ottenuti illegamente. E io mi attengo a questo principio”.
Da Berlino, il Ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble rifiuta ogni commento. Più loquace, il suo collega all’economia Rainer Bruederle esclude ricadute sui rapporti con la Svizzera. “Qualsiasi cosa accada – afferma -, ritengo che le nostre relazioni siano troppo solide e cordiali per risentire di questo episodio. La prima visita ufficiale del nostro ministro degli esteri, è stata non a caso proprio in Svizzera. L’amicizia tra i nostri paesi può sopportare ben altro”.
Proprio accettando una proposta simile a quella avanzata dalla misteriosa talpa, due anni fa la Germania aveva recuperato mezzo miliardo di euro dalle banche del Liechtestein. Più di recente, anche Parigi ha ottenuto da un impiegato della HSBC a Ginevra i nominativi di numerosi correntisti francesi.