ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Netanyahu smentisce le voci di accordi sul congelamento delle colonie

Netanyahu smentisce le voci di accordi sul congelamento delle colonie
Dimensioni di testo Aa Aa

Non è vero che Israele intende cedere sul congelamento delle colonie. L’ha affermato il primo ministro Benjamin Netanyahu a Berlino, dove ha visitato la villa della conferenza di Wannsee, in cui i nazisti decisero i dettagli della soluzione finale. Netanyahu, dopo aver comparato la Germania nazista con l’Iran di oggi, ha chiesto sanzioni e posizioni più ferme contro Teheran e il suo programma nucleare.

Poi, dopo aver incontrato il cancelliere Angela Merkel, che ha chiesto ancora una volta di fermare i piani edilizi dello Stato ebraico in Cisgiordania, ha dichiarato: “Per quanto riguarda alcune voci che abbiamo sentito, riguardo accordi e decisioni sul congelamento delle colonie, queste voci non hanno fondamento, poiché non c‘è nessuna decisione e nessun accordo”. Ci sarebbero però delle aperture: sarebbe in discussione la possibilità per Israele di completare 2.500 unità abitative in costruzione, con la promessa di non costruirne altre. Anche gli Stati Uniti hanno ammorbidito le loro posizioni: per Washington il congelamento della colonizzazione non è più una condizione sine qua non per la ripresa dei negoziati con i palestinesi.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.