ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'Iraq scosso da una nuova ondata di attentati

L'Iraq scosso da una nuova ondata di attentati
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono almeno 65 i morti in Iraq, in una serie di attentati come non se ne vedevano da varie settimane. La nuova ondata, che fa seguito a quella di fine aprile, fa temere un ritorno in forze di Al Qaida, proprio quando le truppe americane si preparano a lasciare i centri urbani iracheni. Dal primo gennaio scorso, l’incombenza del controllo del territorio è passata alle forze irachene, che non sembrano però in grado di garantire buoni risultati. Solo oggi, tre attentati hanno avuto luogo a Baghdad, dove sono morti tre soldati americani e almeno due poliziotti iracheni, oltre a una dozzina di civili. Una cinquantina i feriti.

Nell’Iraq settentrionale, nella città petrolifera di Kirkuk, un attentatore suicida ha ucciso sette uomini della Sahwa: una delle milizie sunnite che combattono contro Al Qaida. Ed è stato aggiornato al rialzo anche il bilancio dell’attentato di ieri a Baghdad, nel quartiere commerciale di Al Shula, a maggioranza sciita: l’autobomba, piazzata tra un ristorante e una gelateria, è esplosa tra la folla, uccidendo 40 persone. Un’ottantina i feriti. Oggi si sono svolti i funerali.