ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Thailandia: si placano le proteste

Thailandia: si placano le proteste
Dimensioni di testo Aa Aa

Il dialogo con i leader internazionali in Thailandia ha stemperato gli animi degli oppositori del premier. In centinaia hanno manifestato per le strade fino a raggiungere, a Pattaya, la sede del summit dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico, in corso fino a domenica. Hanno cercato di oltrepassare le barriere dei controlli non per ostacolare il regolare svolgimento del vertice, ma per chiedere le dimissioni del premier Vejjajiva e il rientro dell’ex primo ministro Shinawatra, in esilio. Ma tra i manifestanti c’erano anche numerosi sostenitori del governo, distinti per colore di divisa, blu i sostenitori, rossi gli oppositori.

“Non siamo infastiditi dai dimostranti – ha dichiarato il ministro degli esteri indonesiano – abbiamo familiarità con le situazioni in cui i gruppi possono esprimere le loro posizioni”. I rappresentanti delle cosi’ dette “camicie rosse” sono riusciti ad entrare nelle sale dell’hotel per presentare la lettera con le proprie richieste tra cui le elezioni anticipate, a conclusione della giornata anche un saluto in segno di confronto pacifico.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.