ULTIM'ORA

Elezioni Usa, gli ultimi 10 giorni per convincere gli elettori

Elezioni Usa, gli ultimi 10 giorni per convincere gli elettori
Dimensioni di testo Aa Aa

Penultimo week-end di campagna elettorale, negli Stati Uniti. I candidati proseguono i loro tour de force. E torna in pista Obama, che vola oggi in Nevada, dopo la visita alla nonna malata a Honolulu, nelle Hawaii.

La sua assenza dalle scene, ieri, è risultata essere un’efficace forma di presenza mediatica, esaltata dalla moglie Michelle, che in sua vece ha tenuto un apprezzato comizio in Ohio.

Quanto a McCain, indietro di una decina di punti nei sondaggi, si trova a Colorado Springs. La sua gestualità, come d’abitudine, è ben meno fluida di quella di Obama. Arringando le folle dei repubblicani ripete ormai il suo cavallo di battaglia: Obama alzerà le tasse e frustrerà con misure stataliste le aspirazioni di crescita della middle- class.

E ieri Bush ha votato per corrispondenza: la sua scelta è stata naturalmente per McCain, nonostante le distanze che questi ha dovuto prendere nei confronti dell’amministrazione uscente, oscurata dalla crisi finanziaria.

Quanto a Sarah Palin, la sua presenza polarizzante è una vitamina potente per il settantaduenne McCain. Ma è anche un ingombro: proprio ieri ha dovuto rispondere alle autorità dell’Alaska, lo Stato di cui era governatore, accusata di aver licenziato, per suoi motivi familiari, un funzionario di polizia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.