Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Elezioni Usa, gli ultimi 10 giorni per convincere gli elettori

Elezioni Usa, gli ultimi 10 giorni per convincere gli elettori
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Penultimo week-end di campagna elettorale, negli Stati Uniti. I candidati proseguono i loro tour de force. E torna in pista Obama, che vola oggi in Nevada, dopo la visita alla nonna malata a Honolulu, nelle Hawaii.

La sua assenza dalle scene, ieri, è risultata essere un’efficace forma di presenza mediatica, esaltata dalla moglie Michelle, che in sua vece ha tenuto un apprezzato comizio in Ohio.

Quanto a McCain, indietro di una decina di punti nei sondaggi, si trova a Colorado Springs. La sua gestualità, come d’abitudine, è ben meno fluida di quella di Obama. Arringando le folle dei repubblicani ripete ormai il suo cavallo di battaglia: Obama alzerà le tasse e frustrerà con misure stataliste le aspirazioni di crescita della middle- class.

E ieri Bush ha votato per corrispondenza: la sua scelta è stata naturalmente per McCain, nonostante le distanze che questi ha dovuto prendere nei confronti dell’amministrazione uscente, oscurata dalla crisi finanziaria.

Quanto a Sarah Palin, la sua presenza polarizzante è una vitamina potente per il settantaduenne McCain. Ma è anche un ingombro: proprio ieri ha dovuto rispondere alle autorità dell’Alaska, lo Stato di cui era governatore, accusata di aver licenziato, per suoi motivi familiari, un funzionario di polizia.