Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Manifestazione contro il governo Berlusconi. Veltroni: "in Italia è emergenza povertà"

 Manifestazione contro il governo Berlusconi. Veltroni: "in Italia è emergenza povertà"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il popolo del partito democratico è sceso in piazza a Roma per contestare le riforme del governo Berlusconi, dall’istruzione alla giustizia. Oltre due milioni e mezzo secondo gli organizzatori di “Salva l’Italia”.

Per Walter Veltroni si tratta della più grande manifestazione di un partito da anni nel Paese. Il leader del Pd nel suo discorso al Circo Massimo dove sono confluiti due cortei ha affermato che l’Italia “è un Paese migliore della destra che lo sta governando”, ha parlato di “emergenza povertà” e ha accusato il governo “di non fare nulla per piccole e medie imprese e redditi bassi”.

“Siamo venuti dalla provincia di Bari”, ha detto una manifestante. “Chiediamo giustizia sociale, che non si aiutino solo le banche, ma anche i cittadini che hanno bisogno di veder aumentare il potere d’acquisto”.

“Siamo qui con una grande speranza per il nostro Paese che rischia di andare alla deriva e che non lo merita proprio”, ha affermato un’altra sostenitrice del Pd.

“Siamo qui come tante altre persone non per protestare contro l’uomo Berlusconi, ma contro un partito politico che demonizza la democrazia italiana”, ha spiegato un manifestante.

Il corteo ha anche contestato la riforma Gelmini, Veltroni ha chiesto che si investa di più nell’istruzione citando l’esempio di Nicolas Sarkozy che ha promesso di destinare il 50 per cento di risorse in più all’università.

Il premier Berlusconi ha contestato il Pd affermando che la sinistra “non è democratica” e che avrebbe dovuto “unirsi al governo” per votare i suoi provvedimenti.