ULTIM'ORA

Crisi economica protagonista del secondo dibattito Obama-McCain

 Crisi economica protagonista del secondo dibattito Obama-McCain
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi finanziaria ha monopolizzato buona parte del dibattito tra i due candidati alla Casa Bianca, al loro secondo confronto prima delle presidenziali di novembre.

Alla Belmont University di Nashville, in Tennessee, Barack Obama e John McCain hanno proposto le loro ricette per proteggere i risparmiatori americani.

“Ho in mente un pacchetto di aiuti per la middle class – sostiene Obama – e questo significa tagli fiscali per la classe media, significa fare in modo che chi ha comprato una casa non la perda… dobbiamo aiutare i governi locali a mettere in atto strategie che consentano ai lavoratori di mantenere i posti di lavoro”.

“Come presidente degli Stati Uniti – ribatte McCain – ordinerei al segretario del Tesoro di acquistare i mutui immobiliari e rinegoziarli al valore attuale, un valore più basso, così che i proprietari di case possano pagare il loro mutuo e rimanere nelle loro abitazioni”.

Ma il dibattito ha iniziato a scaldarsi davvero solo quando il democratico e il repubblicano sono passati a misurarsi sul terreno della politica estera.

“Il senatore Obama aveva torto sulla ribellione in Iraq, aveva torto sulla Russia quando questa invase la Georgia. Nella sua breve carriera ha dimostrato di non capire le sfide della sicurezza nazionale… e non c‘è tempo per imparare sul campo”.

“Quello che non capisco è perché abbiamo invaso l’Iraq, un paese che non aveva niente a che fare con l’11 settembre, mentre Bin Laden e Al Qaeda costruivano basi e zone franche in cui addestravano i terroristi ad attaccarci… quella è stata una scelta del senatore McCain ed è stata la scelta sbagliata”.

Il formato che ricordava quello di un’assemblea pubblica, davanti a 80 elettori indecisi, si è rivelato più congeniale a McCain, anche se nessuno dei due candidati sembra aver trovato lo spunto per stravincere.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.