Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

L'Austria fa i conti con il ritorno dell'estrema destra

L'Austria fa i conti con il ritorno dell'estrema destra
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L’Austria ha sanzionato i partiti tradizionali che tra liti e divisioni hanno governato il paese negli ultimi diciotto mesi ed ha deciso di premiare le forze di estrema destra che, unite, sfiorano il 30% dei consensi.

L’FpO di Heinz Christian Strache è la terza forza politica del paese.
Anche il suo ex leader Jorg Haider che nel 2005 assieme ad altri transfughi diede vita alla Lega per il futuro dell’Austria ottiene un importantissimo successo superando con facilità la soglia del 10%.

I dati diffusi dal ministero degli interni che non tengono conto del voto per corrispondenza ancora da scrutinare ci mostrano i risultati definitivi delle legislative anticipate di ieri.
I socialdemocatrici sono la prima forza del paese in parlamento avranno 58 seggi ma centrano il peggior risultato della loro storia. Perdono anche i conservatori. Un travaso di voti a favore della destra xenofoba che nelle prossime settimane potrebbe rifare il suo ingresso al governo.

L’incarico verrà affidato al leader socialdemocratico Werner Fayman che nelle dichiarazioni a caldo ha promesso un governo stabile, in grado di rispondere alle richieste dell’elettorato e alle sue preoccupazioni. Fayman potrebbe guidare un governo di minoranza chiedendo l’appoggio esterno dell’estrema destra dell’Fpo oppure ridare vita alla coabitazione con i conservatori magari privati del loro leader Wilhelm Morterer che dopo la sconfitta di ieri potrebbe perdere la poltrona