Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Una serie di attentati al confine con l'Afghanistan. Zardari accetta la candidatura alla presidenza

 Una serie di attentati al confine con l'Afghanistan. Zardari accetta la candidatura alla presidenza
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Pakistan, indebolito dall’instabilità politica, è nella morsa degli attentati. Una serie di attacchi hanno colpito il Paese, questa volta nella valle di Swat, al confine con l’Afghanistan, area in cui è attiva la guerriglia islamista.

Almeno otto poliziotti sono rimasti uccisi nell’esplosione di un’autobomba, azione rivendicata dai taleban. A Barikot, vicino Mingora, principale città della valle, almeno due civili sono morti in un attentato contro una stazione della polizia.

Dopo gli attacchi l’esercito ha detto di aver ucciso almeno 35 estremisti. Dalla valle di Swat, feudo della guerriglia, i ribelli sono stati in parte cacciati negli ultimi mesi, ma continuano ad agire nelle aree al confine con l’Afghanistan.

Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto,ha sciolto le riserve e ha accettato di essere il candidato del partito del popolo pachistano alla presidenza del Paese, il 6 settembre.

L’alleato di governo e leader della lega musulmana Nawaz Sharif lo appoggerà. Sharif ha chiesto in cambio il reintegro entro lunedì dei giudici della corte costituzionale deposti da Musharraf.