ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spanair, una compagnia già in crisi

 Spanair, una compagnia già in crisi
Dimensioni di testo Aa Aa

L’incidente di ieri potrebbe rappresentare la condanna a morte per la Spanair. Seconda compagnia aerea spagnola dietro Iberia, aveva chiuso il 2007 ancora in attivo prima di inaugurare un nuovo anno all’insegna delle perdite.

Non riuscendo a venderla, la casa madre scandinava SAS, aveva già deciso di tagliare, a parrire dall’autunno prossimo, più di un quarto del suo personale e nove collegamenti considerati non redditizi.

Il portavoce della Spanair rimane cauto sull’accaduto: “Non possiamo fare congetture su un incidente sul quale spetta alle autorità dell’aviazione civile indagare – dice Sergio Allard -. Sono loro che dovranno determinare le cause dell’incidente. Spanair collaborerà ad ogni passo affinché l’inchiesta possa svolgersi normalmente”.

La serie 80 dei McDonnell Douglas cui appartiene l’apprecchio della sciagura è considerata obsoleta ma non per questo pericolosa. Al contrario gli analisti sottolineano i suoi primati di sicurezza. A spingere i vettori aerei a disfarsi di questi modelli sono piuttosto i consumi un po’ superiori alla media.

L’assistenza tecnica per i McDonnell Douglas è assicurata dalla Boeing, che ha acquisito il marchio nel 1997.