ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Consumatore sotto stress in Gran Bretagna.

Consumatore sotto stress in Gran Bretagna.
Dimensioni di testo Aa Aa

L’indice di fiducia valutato nell’intervallo tra 23 giugno scorso e il 20 luglio su un campione di mille persone ha registrato un calo dell’attenzione del consumatore pari a 11 punti percentuali, il più basso dal 2004.Il dato è stato reso pubblico dalla Nationwide Building Society.

La causa di tale disinteresse sarebbe dovuta al continuo e diffuso parlare di recessione, oltre che il persistente aumento del costo della vita. I dati del resto parlano chiaro: la crescita economica dello 0,2%, l’inflazione al 3,8% e la disoccupazione pari al 5,2% non contribuiscono a sostenere il morale dei consumatori inglesi.

Ad influire negativamente sull’opinione publica anche la veloce crescita dell’inflazione, oltre al calo dell’occupazione e del mercato immobiliare, che hanno modificato la percezione economica del consumatore britannico negli ultimi 4 anni. Per questo gli analisti in modo unanime avanzano l’ipotesi che domani non sarà apportato alcun taglio al costo del denaro.

Il governatore della Bank of England, Mervyn King, dovra continuare a perseguire il miglioramento della qualità e dell’efficienza dei processi che sostengono il sistema di politica monetaria, al fine di contenere la più veloce crescita dell’inflazione mai vista negli ultimi anni.