ULTIM'ORA

Accordi militari fra Russia e Venezuela. Gli Usa avvertono: no ai missili russi a Cuba

 Accordi militari fra Russia e Venezuela. Gli Usa avvertono: no ai missili russi a Cuba
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L’asse Mosca-Caracas diventa più solido. Il Presidente russo Dmitri Medvedev ha firmato una serie di accordi commerciali con il Capo di Stato venezuelano Hugo Chavez.

Ospite a Mosca, Chavez ha annunciato nuovi acquisti di armamenti per garantire la sovranità del suo Paese messa a repentaglio dagli Stati Uniti. Secondo Medvedev le relazioni bilaterali garantiranno la sicurezza nella regione. E la pesenza militare russa ha avuto la benedizione di Chavez:

“La Russia ha una capacità di mobilitare navi portaerei ovunque nel mondo. Che vengano in Venezuela, non sarebbe strano. Che vadano a visitare i mari di Asia, Africa e dei Caraibi. Se vengono in Venezuela saranno i benvenuti”.

Le mosse del Cremlino sono interpretate da Viktor Linnik, analista politico, come una strategia comprensibile solo nel più ampio quadro geopolitico internazionale:

“E’ il tipico caso occhio per occhio dente per dente. Gli Stati Uniti sono molto attivi nei territori dell’ex Unione Sovietica, in particolare in alcune zone della Georgia e dell’Ucraina. La Russia cerca di rifarsi aumentando la sua influenza in America Latina”.

Dalla stampa russa emerge intanto l’ipotesi che Mosca installi a Cuba i propri bombardieri in risposta alla creazione dello scudo antimissile statunitense ai confini della Federazione Russa. Gli Stati Uniti hanno già messo in guardia. Uno scenario da nuova guerra fredda.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.