ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Buon compleanno, Quincy Jones!

 Buon compleanno, Quincy Jones!
Dimensioni di testo Aa Aa

Serata di gala per Quincy Jones al festival del Jazz di Montreux. Trombettista, produttore discografico, compositore ora anche impegnato per i diritti umani: Quincy Jones ha fatto di tutto con la musica.

Trenta grandi musicisti sono saliti su scena per festeggiare il suo 75 esimo compleanno.

Quincy Jones è da sempre di casa al festival svizzero di Montreux. Negli anni ’90, ne diventa coproduttore insieme a Claude Nobs.

Figlio delle bidonville di Chicago, tra la povertà e la malattia mentale della madre Sara, il piccolo Quincy impara a suonare da autodidatta. E a dieci anni fa amicizia con un ragazzino cieco che suona il pianoforte, Ray Charles.

Oggi, a 75 anni, si dedica a progetti umanitari. Per cambiare il mondo?

“No – dice – credo che sia come un po’ come fare pipì nell’oceano…ma ci si può sempre provare” .

E il festival?

“Ora è un mix incredibile, mi piace moltissimo e c‘è Claude che resta il punto fisso, che fa si che tutto questo accada”.

Tra gli ospiti d’onore Patti Austin. Quincy Jones l’ha lanciata come solista negli anni ’80. Ma la loro amicizia è di lunga data, lui passava le notti a suonare con il padre di lei quando era ancora una bambina.

Patti Austin scherza, rivolgendosi al suo vecchio amico e ricordandosi di quando era piccola e voleva restare alzata ad ascoltare i grandi suonare: “Io e te, baby – dice – lo sai, lo sai di cosa parlo, ti adoro… ma adesso, fila a letto!”

Quincy Jones ha lavorato con Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Miles Davis solo per dirne qualcuno, e continua ad essere una fonte di ispirazione per molti, come la cantante soul e R&B, Bevery Knight:

“Sapete, è qualcuno da cui si può imparare molto”.

Una carriera incredibile, più di mezzo secolo di musica… Il festival di Montreaux ha festeggiato il suo compleanno, per dire ancora una volta tanti auguri Quincy Jones!