ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia ferma Ogm

Francia ferma Ogm
Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia dice “no” agli Ogm. Il governo di Parigi ha deciso di mettere al bando il mais Mon 810, applicando la “clausola di salvaguardia” presso l’Unione europea. Il Mon 810, sviluppato dal gigante americano delle biotecnologie Monsanto, è l’unico organismo geneticamente modificato coltivato nel Paese e in Europa.

Le associazioni di difesa dell’ambiente hanno accolto con entusiasmo la notizia. L’ecologista José Bové ha interrotto lo sciopero della fame che aveva iniziato il 3 gennaio proprio per spingere il governo ad attivare tale clausola: “Il fatto che la Francia oggi dica di utilizzare ‘la clausola di slavaguardia’, che significa niente più Ogm in Francia nel 2008, credo sia molto importante per gli agricoltori, ma anche per i consumatori e per tutta la società”.

Il Mon 810 è stato messo a coltura in Francia su circa 22.000 ettari, principalmente nel sud est del Paese. Jean-Michel Lemetayer, Presidente dell’Associazione di agricoltori “FNSEA” dice: “Spero comunque che questa decisione non rimetta in discussione l’oggettività indispensabile nel dibattito sulla nuova legge che si deve svolgere tra qualche settimana”.

La partita sugli Ogm si gioca a livello internazionale. L’Unione europea è a rischio sanzioni WTO per l’adozione da parte di alcuni Paesi membri, come, appunto, la Francia, di misure di divieto. La motivazione dei Paesi: rischi sanitari e fitosanitari. Che, secondo l’Organizzazione Mondiale per il Commercio, non sarebbero però stati dimostrati.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.