ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In migliaia al lavoro per combattere il disastro causato da petroliera

In migliaia al lavoro per combattere il disastro causato da petroliera
Dimensioni di testo Aa Aa

Circa diciassette chilometri di costa devastati, uccelli coperti di catrame, un odore insopportabile. La Corea del Sud fa i conti con la peggiore perdita di petrolio della sua storia, un disastro che ha compromesso la costa sud-occidentale del Paese. Munite di secchi, migliaia di persone cercano di bonificare l’area. Gli abitanti sono disperati. “Non so cosa pensare – dice una donna. Le nostre vite dipendono molto da questo mare, ma è stato contaminato. Non ci sono progetti per noi”. “Non so se ci vorranno due o tre anni per ripulire – dice un uomo. E’ una cosa seria. Tutto è rovinato”.

La petroliera “Hebei Spirit”, registrata ad Hong Kong, è stata urtata venerdì da una chiatta che trasportava una gru al largo del porto di Daesan, a circa cento chilometri a sud di Seul. Ha riversato in mare circa 10.500 tonnellate di greggio. Oltre cento navi e migliaia di persone sono state dispiegate per la bonifica, in una zona famosa per la fauna e le ostriche e non lontana da una riserva naturale, santuario degli uccelli migratori.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.