ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Romeni alle urne per la prima volta per l'Europarlamento

Romeni alle urne per la prima volta per l'Europarlamento
Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta i romeni votano i propri candidati al Parlamento europeo da quando il Paese è entrato nell’Unione. Nello stesso giorno in cui si va alle urne anche per il referendum sull’introduzione del sistema uninominale. 18 milioni di romeni sono chiamati a scegliere fra 550 candidati a rappresentare il Paese al Parlamento europeo. Gli eletti saranno 35. Andranno a sostituire gli osservatori inviati da Bucarest a settembre 2005 e divenuti eurodeputati il primo gennaio scorso, quando la Romania è entrata nell’Unione.

Ma stando ai sondaggi, il referendum per introdurre l’uninominale è più sentito dai romeni. Oltre 180 seggi sono stati allestiti in 95 Paesi per permettere il voto all’estero: in Italia si vota in una decina di città. Il tutto sullo sfondo del braccio di ferro fra il Premier Calin Popescu Tariceanu e il Presidente Traian Basescu. Il picco della crisi istituzionale lo scorso aprile, con l’impeachment di Basescu in Parlamento, poi respinto dai romeni per via referendaria.