ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, una donna piange il suo bar bruciato, in 10 minuti andati in fumo 30 anni di lavoro

Lettura in corso:

Grecia, una donna piange il suo bar bruciato, in 10 minuti andati in fumo 30 anni di lavoro

Grecia, una donna piange il suo bar bruciato, in 10 minuti andati in fumo 30 anni di lavoro
Dimensioni di testo Aa Aa

La città antica di Olimpia è salva, ma tanti luoghi meno famosi e importanti nel Peloponneso sono distrutti. Come un piccolo bar a Cochina. Christiana, la proprietaria, è disperata. In meno di 10 minuti, 30 anni di lavoro e di investimenti sono andati in fumo. “Non ho potuto salvare niente – dice – . Non ho più lavoro né soldi. E’ accaduto tutto da un giorno all’altro. Non ho nemmeno più vestiti per cambiarmi. Questa è l’ultima maglietta”.

Il fuoco le ha bruciato anche la casa e Christiana non era assicurata. Adesso dorme nell’unica cosa che le è rimasta, una piccola auto. Il figlio, Wassili, è nelle sue stesse condizioni: “Per me è come essere in tempo di guerra. Con l’unica differenta che non ci sono le armi”. Christiana e Wassili sopravvisono grazie alla generosità dei loro vicini. E sperano negli aiuti statali, ma 6-7 mila euro in tutto, non basteranno per ricostruire il bar e nemmeno la casa.