ULTIM'ORA

Cresce la polemica negli Stati Uniti per il crollo del ponte a Minneapolis.

Cresce la polemica negli Stati Uniti per il crollo del ponte a Minneapolis.
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Per il crollo di mercoledi’ del ponte autostrade a Minneapolis sotto accusa la scarsa sicurezza delle infrastrutture americane. Il ponte,costruito 40 anni fa, risultava avere problemi di struttura almeno secondo una revisione effettuata nel 2005, e al momento del crollo erano in corso alcuni lavori di manutenzione. Nel fiume Missisipi continuano le ricerche dei dispersi. Il bilancio finora è di 5 morti accertati e circa 100 feriti. Oggi sul luogo del disastro arriverà il presidente americano Bush. La Casa Bianca stanzierà 5 milioni di dollari per la ricostruzione. Intanto dai dati del ministero dei Trasporti emerge che negli Stati Uniti oltre 2000 mila ponti avrebbe «carenze strutturali»:tra questi anche il celebre ponte di Brooklyn a New York. “ Al momento non sappiamo esattamente cosa abbia provocato il crollo, spiega un ingengnere del dipartimento dei trasporti newyorkese. A volte è impossibile riuscire a identificare danni davvero minimi. Sicuramente dobbiamo prestare maggior attenzione perchè puo’ esssere davvero pericoloso”. L5;associazione degli ingegneri civili americani aveva lanciato nel 2003 l5;allarme-corrosione per ponti e altre infrastrutture: eliminare i difetti costera5; 9,4 miliardi di dollari all5;anno per vent5;anni.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.