ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Si estendono gli scontri in Libano

Si estendono gli scontri in Libano
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo due settimane di battaglie a Nahr El Bared, una sparatoria tra l’esercito e gli integralisti è avvenuta anche nel sud, all’ingresso di un altro campo palestinese, quello di Ain Al Hilweh, presso Sidone.
Questa volta a fronteggiare l’esercito non sono i militanti di Fatah Al Islam, ma quelli di un altro gruppo sunnita d’ispirazione jihadista, Jund al-Sham.
Tensione era stata registrata già nei giorni scorsi nello stesso campo, il piu’ grande del Libano, e si temeva che la situazione potesse precipitare.
Intanto, mentre a Nahr Al Bared continuano gli scontri e l’esercito avrebbe ucciso uno dei capi di Fatah al-Islam, i profughi fuggiti nei giorni scorsi nel vicino campo di Beddawi chiedono aiuto. Mancano generi di prima necessità e l’emergenza cresce di ora in ora.
“Qualcuno faccia qualcosa per aiutarci” dice un uomo scappato da Nahr al-Bared. “Ci sono bambini gravemente ammalati”.
A Beddawi stanno arrivando cibo, coperte, acqua e medicine, inviati da alcune Ong e dal Comitato Internazionale della Croce Rossa.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.