ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La polizia tedesca reprime le prime contestazioni anti G8

La polizia tedesca reprime le prime contestazioni anti G8
Dimensioni di testo Aa Aa

Un assaggio del G8. I manifestanti ieri in Germania erano molti meno di quelli attesi per la prossima settimana e anche la riunione contestata – un summit euroasiatico – era meno importante dell’ incontro fra gli otti grandi della Terra, eppure tutto questo non ha impedito che la situazione degenerasse. La polizia ha fermato una cinquantina di attivisti no-global.

Teatro dei disordini: Amburgo. Tra le quattro e le seimila persone si erano radunate per contestare i rappresentanti di Unione Europea e Asia. Ma a metà pomeriggio gli stessi organizzatori avevano rinunciato alla marcia, ritenendo la presenza della polizia eccessiva al punto da ledere – hanno detto – il loro diritto a manifestare.

Le forze dell’ordine si sono difese dicendo di aver temuto la presenza di almeno un migliaio di estremisti pronti a tutto. La riunione politica, alla quale hanno partecipato i ministri degli esteri dei 27 Paesi dell’Unione e di 16 nazioni asiatiche, ha affrontato temi come il cambiamento climatico, l’Afghanistan, l’Iraq e le tensioni nucleri. Si è trattato di uno degli eventi preparatori al G8 di Heiligendamm, nel nord-est della Germania, contro il quale sono attese mobilitazioni di massa.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.