ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mauritania, Abdallahi nuovo capo dello stato. Con le elezioni lascia il potere la giunta militare

Lettura in corso:

Mauritania, Abdallahi nuovo capo dello stato. Con le elezioni lascia il potere la giunta militare

Mauritania, Abdallahi nuovo capo dello stato. Con le elezioni lascia il potere la giunta militare
Dimensioni di testo Aa Aa

Con l’elezione di Mohamed Ould Cheick Abdallahi alla presidenza della repubblica, la Mauritania torna alla democrazia, dopo due anni di giunta militare.

Al secondo turno svoltosi ieri, l’ex ministro Abdallahi ha ottenuto poco meno del 53 per cento dei voti, mentre il suo`concorrente e storico oppositore del regime rovesciato nel 2005, Ahmed Ould Daddah, si è fermato poco al di sopra del 47 per cento.

Per il paese africano, fino al 1960 colonia francese, si conclude così la transizione verso un governo civile; transizione resa possibile anche dalla rinuncia a candidarsi di Ely Ould Mohamed Vall, capo della giunta militare uscente.

Secondo gli osservatori internazionali, lo scrutinio, che al ballottaggio ha registrato una affluenza del 67 per cento, è stato di gran lunga il più trasparente e democratico dall’indipendenza del paese, e comunque si è svolto senza che si registrasse alcun incidente.